Visualizzazione post con etichetta riforma lavoro. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta riforma lavoro. Mostra tutti i post

lunedì 29 febbraio 2016Ultimo Aggiornamento:

Voucher Inps: come funziona, valore e attivazione

 |   | 
Voucher Inps Lavoro, come si attivano, cosa sono e come funzionano? Nei mesi scorsi si è parlato molto di cambiamenti dei contratti di lavoro e dell’abolizione dell’oramai noto contratto a progetto. In questo articolo tratteremo nello specifico i voucher, chiamati anche buoni lavoro, che dal 2015 sono stati utilizzati sempre più spesso come metodo di pagamento per prestazioni di lavoro occasionale.

Cosa sono i voucher? Come già anticipato nella prefazione, sono uno dei nuovi metodi di pagamento che sostituiscono i contratti a progetto. Nello specifico sono una specie di assegno cartaceo con un valore prestabilito che può essere versato in banca o in posta e cambiato in denaro. Servono nello specifico per remunerare i lavoratori che hanno eseguito un lavoro ‘accessorio’, ovvero saltuario e discontinuo. Il valore di ciascun voucher è pari a 10 euro, che al netto delle trattenute è di 7,50 euro.

Attivazione buoni lavoro 2016, come? Per questo passo dovremo fare una spiegazione più che approfondita, in quanto sia il lavoratore che il datore avranno dei procedimenti a cui sottostare, dato anche dal luogo dove lo si ha comprato.

lunedì 26 ottobre 2015Ultimo Aggiornamento:

Lavoro da casa come smart working nella legge di Stabilità

 |   | 
Secondo quanto emerge dagli ultimi dati offerti nella legge di Stabilità è stato deciso di mettere sullo stesso livello di importanza sia il lavoro da casa, che il lavoro in ufficio; in questo caso eseguire un lavoro come smart working non sarà più un problema di retribuzione, legge e orario.

La legge sta cercando di agevolare le pratiche per l’attivazione dello smart working, al fine di aiutare moltissimi lavoratori e disoccupati; inoltre attualmente questa nuova legge permetterà di intervenire su tutti gli argomenti trattati fino ad oggi; che in questo caso riguardano soprattutto: i diritti dei lavoratori, la privacy, gli infortuni e anche la giusta retribuzione.

venerdì 2 ottobre 2015Ultimo Aggiornamento:

Aumento dei posti di lavoro in America e minore disoccupazione

 |   | 
Gli Stati Uniti d’America in questi mesi, hanno offerto ben 142.000 posti di lavoro ai cittadini, facendo arrivare il tasso di disoccupazione al 5%; tutto questo è vero, ha aiutato moltissime persone a trovare un posto di lavoro sicuro, ma al contempo gli analisti di mercato hanno commentato che non è abbastanza.

Infatti secondo gli ultimi dati offerti dalle compagnie americane, i posti di lavoro in aumento, dovrebbero essere stati ben 200 mila, cosi da risanare l’economia del paese ulteriormente. Infatti l’aumento dei posti di lavoro negli USA (calcolando solamente gli ultimi 3 mesi) è stata di circa 165.000 posti occupati, a differenza dell’anno precedente che ha offerto ben 100.000 posti di lavoro in più ai disoccupati americani.