domenica 9 ottobre 2016Ultimo Aggiornamento:

Colloquio di lavoro: consigli utili su come comportarsi

 | 
Affrontare un colloquio di lavoro non è mai facile e molte delle volte, proprio per timore di non dover fare una bella figura, in poco tempo si combinano numerosi pasticci. Ecco perché oggi ho deciso di affrontare l’argomento: “Colloquio” al fine di fornire 10 consigli utili su come comportarsi ed iniziare un nuovo lavoro perfetto presso l’azienda dei vostri sogni.

Come ben sappiamo, durante un colloquio con il futuro datore di lavoro è opportuno “sempre” fare una bella impressione; infatti la prima impressione è sempre quella più importante. A questo punto non basta essere preparati o esperti nel settore, bisognerà tirare fuori tutte le proprie qualità e gratifiche, in modo da far notare alla compagnia la vostra determinazione e professionalità.

Alcuni dei consigli base che posso iniziare a suggerirvi sono: la competenza, la personalità, il carattere deciso e la professionalità di presentazione. Tutte queste caratteristiche se sommate, potranno garantirvi un nuovo lavoro e uno stile di vita senza preoccupazioni. Ma entrando nello specifico, quali sono i reali trucchi e consigli utili che bisogna adottare in caso di un colloquio di lavoro? In questa guida, avrete modo di analizzare un elenco completo di 10 consigli, cosicché potrete cogliere l’iniziativa e avere la spontaneità per ogni domanda e risposta.



Colloquio di lavoro, 10 consigli utili (domande e risposte? Sconfiggi la paura!)


  • 1) Colloquio di lavoro

Durante un colloquio l'unica cosa che bisogna fare è cercare il più possibile di fare una buona impressione. Il tutto dev'essere svolto in pochi minuti, giocando l’unica carta a disposizione: cioè, farsi desiderare! Non essere tu a supplicare il posto di lavoro e non far vedere che sei all'estrema ricerca di una posizione lavorativa. L’unica cosa che dovrai fare è far capire all'azienda che “loro” hanno bisogno di te, così facendo saranno loro a ricontattarti!

  • 2) La spontaneità (essere se stessi)

Potrebbe sembrare una regola banale e/o scontata, ma fidatevi che vi aiuterà sempre a compiere i vostri obbiettivi. Essere se stessi e parlare durante il colloquio, con il proprio datore di lavoro, in modo sciolto e professionale, vi aiuterà a distinguervi da tutti gli altri e alla fine della candidatura a permettervi di essere scelti tra gli altri candidati.

  • 3) La reputazione (non sottovalutare il web)

La propria reputazione è un fattore importante da non sottovalutare mai. Oltre alla classica reputazione in azienda è consigliato avere una buona considerazione anche sul web. Per questo, bisogna porre sempre attenzione alle immagini che si pubblicano (soprattutto su Facebook o Blog) e ai commenti che si lasciano sulle pagine.

  • 4) Presentazione e look

Anche il modo di vestirsi e presentarsi a volte ripaga i propri sforzi. È vero non bisogna esagerare, ma al contempo indossare un abito importante potrebbe giovare al proprio interesse. Per un uomo è sempre meglio indossare un abito elegante ma al contempo morbido, in modo da trasmettere sicurezza e professionalità, oltre a garantire uno spazio di relax e agio a chi lo indossa. Mentre per le donne è consigliato, evitare gli elevati chili di trucco, o accessori troppo vistosi. Logicamente questo non dovrà farvi sembrare una donna trasandata. Ricordate di essere sempre coerenti e mai strafare!

  • 5) Autostima

colloquio-di-lavoro-consigli-utili-comportamento
L’autostima è un aspetto importante nella carriera di una persona, soprattutto per quanto riguarda la presentazione durante il primo colloquio di lavoro. Ciò che bisogna evitare è l’insicurezza, oppure la possibilità di iniziare a mentire. 

Dichiarare il falso, non potrà che peggiorare le cose e far capire alla compagnia che non siete adatti alla candidatura. Oltre a questo è giusto ricordare che non bisogna neanche sopravvalutarsi o in altri casi sottovalutarsi, altro aspetto comune ed errore grave da evitare. Ad esempio, non sei capace a fare un determinato tipo di lavoro, o non sai bene l’inglese? Non importa, perché nasconderlo ti causerà problemi in futuro e nei peggiori dei casi il licenziamento; mentre ammetterlo prima ti consentirà di dimostrare la tua onestà e magari anche a premiarti per averlo detto.

  • 6) Le passioni a volte ripagano!

Gestisci un sito internet (blog personale) o hai delle passioni sfrenate? Hai affrontato delle esperienze uniche (viaggi all'estero) o fai attività di volontariato? Parlane, condividile con il Recruiter. Tutto ciò servirà a far capire le proprie capacità mentali e manuali.

  • 7) Professionalità e informazioni aziendali

Essere professionali, non vuol dire solamente presentarsi in maniera eccelsa e svolgere qualche pratica, ma anche saper guarda avanti e capire prima degli altri cosa si aspetta da te (candidato) la compagnia. Per questo è opportuno farsi qualche domanda e indagare adeguatamente su tutto! Cosa fa l’azienda per la quale hai inviato la candidatura? Che tipo di azienda è? Perché ti stai candidando? Quali sono le competenze più richieste? Chi sarà il tuo datore di lavoro? Come si comporta e chi livello di carriera ha il capo aziendale? Quali sono i suoi obbiettivi per il futuro? E quali sono invece i tuoi obbiettivi? Tutto questo vi aiuterà a capire con esattezza ciò che realmente vi attenderà in futuro.

  • 8) Capire e chiedere sempre!

Se qualcosa non è chiaro, non tralasciare il discorso, ma cercate sempre di fare domande e chiedere chiarimenti. Porre una domanda, oltre a capire meglio il discorso, consente di analizzare al meglio il problema e capire il ruolo che si dovrà poi svolgere. Oltre a tutto questo chiedere informazioni, aiuterà voi stessi e permetterà al Recruiter di analizzarvi; facendoli capire che oltre a proporvi per un lavoro, siete anche curiosi, intelligenti e pieni d’iniziativa.

  • 9) Il Curriculum Vitae

Prima di affrontare un colloquio di lavoro è di norma presentare il proprio curriculum vitae, così da permettere all'ufficio di reclutamento di analizzarvi ed avare di conseguenza la prima impressione. Questa lettera di presentazione è l’approccio iniziale tra cliente candidato e azienda; infatti consentirà ad entrambe le parti di spezzare il ghiaccio una volta all'interno della sala colloquio. Una cosa però, molto importante da non sottovalutare, sono gli errori presenti nel Curriculum; i quali vi faranno perdere molti punti e considerazioni, visto che si tratta di una lettera di presentazione (primo ufficiale documento che parla di voi) molto importante.

  • 10) Cura delle amicizie sul lavoro
Crearsi un network di amicizie professionali potrebbe essere un ottimo punto a favore per i candidati da molti punti di vista. Ad esempio, durante la ricerca di un lavoro, avere un amico già inserito nell'ambito non potrà solo che agevolare il vostro ingresso (la parola di un noto dipendente, per un futuro collega è molto importante) in azienda. Anche durante lo svolgimento di un colloquio, potrebbe capitare di scoprire di avere delle amicizie lavorative con il tuo selezionatore e magari darti una spinta in più, visto l’impegno e la determinazione messa in atto per entrare nel mondo del lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento