martedì 23 febbraio 2016Ultimo Aggiornamento:

Come diventare animatore turistico nei villaggi

 | 
Come si fa a diventare un animatore per un villaggio turistico? La prima domanda che dovete porvi è: Amate viaggiare? Volete un lavoro dinamico e sempre a contatto con le persone? Allora forse uno dei lavori che fa per voi è diventare animatore turistico.

Il lavoro di animatore turistico non è cosi semplice come sembra, bisogna avere uno spirito di adattamento, tanta pazienza e voglia di fare, ma sopratutto energie a non finire. Si perché noi siamo abituati a vedere questi giovani ragazzi sempre sorridenti e spigliati, ma essere cosi attivi tutto il giorno porta a molta stanchezza la sera. Gli animatori turistici hanno perennemente la valigia pronta e lavorano per alcuni tra i più bei resort al mondo, se siete amanti di mari e spiagge splendide e vivreste sempre d’estate allora non esitate ad inviare la vostra candidatura.


Cosa offre l'agenzia e cosa bisogna fare per diventare animatore turistico?


come-diventare-animatore-turistico

Dipende molto dall'agenzia con cui lavorerete. Molte agenzie lavorano a stretto contatto con operatori turistici unicamente italiani, non avrete quindi la necessità di parlare un’altra lingua, anche se è vivamente consigliato sapere almeno l’inglese, più che altro perché questo potrebbe agevolarvi anche nell'assunzione per altri tour operator.

Ovviamente per tutti è previsto un contratto iniziale, con un fisso mensile che varia anche a seconda dell’esperienza maturata e della disponibilità. Inoltre è previsto vitto ed alloggio compresi e molte volte anche il trasporto in aereo sia di andata che di ritorno. Avrete inoltre almeno un giorno libero a settimana in cui potrete fare ciò che più vi piace, e potrete rilassarvi su una spiaggia da sogno in un paradiso tropicale. Sarete inoltre a stretto contatto con altri ragazzi/e della vostra età. Ciò renderà questo lavoro ancora più piacevole! La cosa vi stuzzica? Allora cosa state aspettando?

Nonostante questo lavoro abbia molti aspetti piacevoli, vi ricordo che sarete vincolati da un contratto e che in caso di rinuncia, le varie agenzie potrebbero addebitarvi delle penali, che vanno dal pagamento del biglietto aereo, o alle spese di trasporto che diverranno automaticamente a vostro carico, oppure potrebbero addebitarvi parte delle spese sostenute all'interno del villaggio turistico. Il più delle volte dovrete anche dividere la stanza con i vostri compagni di avventura, e dovrete avere un forte spirito di adattamento, in quanto l’orario di lavoro sarà elastico e potrebbe capitare di lavorare anche fino a 12 ore al giorno.

Diventare animatore turistico all'estero in giro per il mondo


Detto questo, se tutto ciò vi ha fatto venire ancora più voglia di diventare animatore turistico, non vi resta quindi che inviare la vostra candidatura alle principali agenzie di reclutamento. Tra quelle che sono riuscito a trovare online posso consigliarvi: "Planet Villager" e "www.animatorituristici.it". Dopo un breve colloquio di lavoro iniziale in cui proverete che siete voi la persona giusta, ed un breve corso introduttivo, sarete quindi pronti a diventare un punto di riferimento per tutti i turisti che soggiorneranno dentro al resort che vi hanno affidato!

In alternativa è anche possibile inviare il proprio Curriculum Vitae direttamente alle compagnie turistiche, come ad esempio: "Eden Viaggi", "Phone To Go", "Alpitour", "Francorosso", "Inviaggi" e così via dicendo. Oppure per concludere mandare direttamente una richiesta di assunzione al Resort o villaggio turistico di vostro interesse. Ricordatevi che fare come lavoro l'animatore turistico è uno dei tanti modi validi per visitare altri paesi, lavorare all'estero e girare il mondo "praticamente" gratis!

Nessun commento:

Posta un commento